RED DIAMOND HAIDA

Oggi sono qui per parlarvi della nuovissima serie Red Diamond di Haida Filters, in qualità di Ambassador italiano del marchio, in particolare del nuovo Red Diamond Medium 0.9 3 Stops, che mi ha accompagnato durante i numerosi test effettuati sulle Dolomiti, in diverse condizioni, ecco cosa ne penso.

Innanzitutto, per chi non fosse pratico di filtri in campo fotografico, un GND è una lastra di vetro graduata, dove progressivamente si passa da una parte più scura ad una neutra, perché utilizzarlo? É molto semplice: in alcuni casi, specialmente se scattate controluce, avrete notato come nei vostri scatti, la parte relativa al cielo esca sempre sovraesposta se non bruciata se esponete correttamente il primo piano, qui entra in gioco Haida con il filtro GND.

Senza filtroCon filtro

Andando a porre davanti all’obbiettivo, tramite un Holder circolare a ghiera, il vostro filtro graduato, andrete a limitare e bilanciare le diverse esposizioni e la diversa quantità di luce che influenza la vostra scena, avendo sia il primo piano esposto correttamente che lo sfondo. Può essere usato anche per creare effetti di dinamismo nei vostri scatti come catturare il movimento delle nuvole ad esempio, non solo per un corretto bilanciamento di esposizioni.

Haida non smette mai di migliorarsi, infatti con questa nuova serie Red Diamond è andata a incrementare il fattore di qualità già presente nella precedente serie Nano Pro, ma come?

In primo luogo nella dominanza del colore dovuto alla lastra, praticamente inesistente, ed in secondo luogo le aberrazioni cromatiche, già minime nella serie Nano Pro, vengono rese nulle dall’enorme upgrade di qualità inserito nella serie Red Diamonds.

Un nuovo strato applicato sopra alla lastra in vetro facilita di molto la pulizia del filtro, come potete vedere nel video, basta una passata con un panno in microfibra per asciugare completamente il nostro filtro, senza lasciare aloni o macchie dovute all’acqua, una grande miglioria introdotta specialmente per fotografi paesaggisti in condizioni non sempre consone o comode.

Il drop test ha dato risultati sorprendenti: ho lascia cadete il filtro da un altezza di un metro e mezzo circa, su un terreno composto principalmente da terra battuta, rocce e piccoli sassi, e non si la nostra lastra non si è nemmeno scalfita, ottimo risultato Haida!

Anche lo scratch test ha dato buoni frutti, graffiando il vetro con una chiave in diversi punti ed a diversi angoli di incidenza sul filtro, quest’ultimo non ha riportato nemmeno una scalfittura, nemmeno superficiale.

Senza filtroCon filtro

Conclusioni

Haida è un leader in campo fotografico nella produzione di filtri di altissima qualità, e con questa serie si è superata. Riduzioni delle dominanze di colore, annullamento delle aberrazioni cromatiche, migliorie significative per quanto riguarda la resistenza ad urti e graffi e il nuovo rivestimento per facilitarne la pulitura sono sicuramente tanti tasselli che permettono ad Haida Filters di riaffermare la propria posizione sul mercato nazionale come migliore casa produttrice di filtri fotografici.

Instagram – Facebook – Sito Web