PICCOLA INTRODUZIONE

Ho avuto il riconoscimento di essere uno dei nove fotografi italiani a poter rappresentare questa marca mondiale di filtri da qualche settimana ormai, nonostante io abbia sempre utilizzato Haida come marca per i miei filtri, anche come privato.
Vi mostro diversi miei scatti scattati tramite le nuove lastre Haida della serie Nano Pro.

IL RIVESTIMENTO NANO PRO

In cosa consiste questo termine “nano pro”? Si tratta di un rivestimento molto sottile ma allo stesso tempo molto resistente: conferisce alle lastre una maggiore resistenza allo sporco, alle graffiature e limita la probabilità di avere riflessi fastidiosi all’interno del nostro fotogramma. Una grande innovazione che Haida ha introdotto per migliorare la vita di noi fotografi.
Lavorando come fotografo paesaggista, spesso metto a dura prova la mia attrezzatura e con essa i miei filtri. Mi capita di scattare in prossimità di scogli, cascate, sotto una dura nevicata o durante una giornata piovosa: i filtri Haida sono robusti e facili da pulire, in quanto basterà passare solamente un panno per far si che la lastra torni asciutta e pronta all’uso.

L’HOLDER

Mi è stato chiesto di recensire il novo Holder in alluminio Haida compatibile con il mio 16-35 2.8 Canon dal diametro di 82mm, tramite un anello adattatore, che monta lastra 100series.
Questo accessorio, per chi non lo sapesse, serve come supporto per montare i filtri davanti al nostro obbiettivo, tramite due scanalature che grazie ad un ulteriore scanalatura aggiuntiva possono diventare tre.
Ma ora vediamo la sua composizione: composto in alluminio e metallo, l’holder presenta una notevole robustezza e durabilità, accompagnate da una leggerezza non indifferente.
E’ presente una vite dorata, di piccole dimensioni, che permette di far ruotare l’holder sugli anelli per poter variare l’angolatura del filtri, valorizzando maggiorente un GND o un polarizzatore.
Le prossimità dell’holder proteggono l’entrata della luce nel nostro obiettivo da due guaine in gomma, con ulteriori guaine di riserva nel kit fornitovi da Haida.
Non mi sono mai trovato in difficoltà con i filtri Haida, ed il merito va anche al supporto in questione, uno dei migliori sul mercato.

I FILTRI

La prima immagine, parliamo di un file raw grezzo, è realizzata con un filtro ND 3.0 1000x, creando uno stacco di 10 stops luce, indispensabile in situazioni come queste. Possiamo vedere come grazie a questo filtro abbiamo limitato la quantità di luce che è stata immessa nell’obbiettivo, evitando così un cielo bruciato o un primo piano illeggibile, in quanto senza questo filtro, ottenere una fotografia esposta correttamente in ogni parte del frame era fisicamente impossibile.

Senza FiltroND 3.0

In questo caso invece andiamo ad analizzare un raw grezzo creato tramite il filtro GND 0.9, con uno stacco di soli 3 stops luce. Questo filtro è molto utile in situazioni simili a queste, quando un ND 0.9 renderebbe illeggibile il primo piano: questo filtro invece può intervenire solamente sulla zona interessata, andando a sfumare sul primo piano.

Senza filtroGND 0.9

DOVE ACQUISTARE

Tramite Amazon.it, o Fotichaestli.ch , il negozio online del distributore svizzero di Haida Filters.

TIRIAMO LE SOMME

Haida con la nuova serie Nano Pro ha dimostrato ancora una volta di essere un colosso nel campo mondiale dei filtri per macchine fotografiche. Il marchio è simbolo di resistenza, qualità e versatilità, fornendo all’interessato una vasta gamma di prodotti per ogni situazione che andrà ad affrontare, senza dimenticare uno dei suoi punti di forza, il rapporto qualità/prezzo, ad oggi uno dei più competitivi rapporti sul mercato.